Il sito web vetrina non strutturato (magari fai-da-te): meglio non averlo? Quali sono le alternative?

“Faccio un sito con quel programma che ti aiuta a realizzarlo a pochi euri, l’importante è avercelo.”

“Mi hanno chiesto una cifra esagerata per il sito così ho deciso di lasciar stare e mi sono messo a pubblicare post su Facebook.”

“Alla fine il sito web è un costo fisso che non porta a nulla, per questo ho deciso di toglierlo.”

“Ho fatto un sito web sei anni fa ma non avendo più la password non saprei nemmeno da dove ricominciare.”

Se almeno una volta ti è capitato di pronunciare o pensare una frase come quelle che hai appena letto non preoccuparti perché non sono qui a giudicarti, né tanto meno a prenderti in giro. Io so che tu hai un’attività e che sei specializzato nel TUO lavoro, per cui mi sembra abbastanza ovvio che tu possa avere una certa confusione sul mondo dei siti web. 

Magari hai parlato già con qualche esperto che ti ha spiegato come potrebbe essere strutturato il tuo sito web a partire da “quello vecchio tutto da rifare” o ricominciando da capo, con un bel “sito vetrina” ottimizzato e bellino da vedere. Oppure hai provato a fare tutto da solo, mettendo in conto che tra linguaggi di programmazione, testi, grafiche e immagini ti ci sarebbe voluto un sacco di tempo. 

Io ti capisco e so cosa provi 

Credimi se ti dico che quello che provi e che hai provato sulla tua pelle è qualcosa di comune a tantissime persone che hanno un’attività e che, con il passare del tempo, si rendono conto dell’utilità di realizzare un buon sito web. 

Il punto è che di siti web ce ne sono tante tipologie e che per realizzare quello della tua attività potresti ricevere anche centinaia di risposte differenti. Il modo in cui un sito si può realizzare, quindi, sono infiniti e non è sempre detto che tu debba averne uno. Per questo oggi ti spiego perché NON dovresti fare un sito web e quali potrebbero essere le alternative. 

I siti vetrina non esistono più!

Partiamo da questa frase, o quantomeno da un concetto: quando si parla di servizi legati al web, il sito vetrina indica una tipologia di sito web che viene utilizzata soprattutto per mostrare prodotti e/o servizi offerti dall’azienda, ma non necessariamente per venderli.

La presenza online è un concetto fondamentale dal quale nessuno di noi, titolare di un’attività, può ormai prescindere. Si tratta del punto di partenza dal quale si possono sviluppare innumerevoli strategie di Web Marketing estremamente redditizie.

Quando senti dire la frase di cui sopra, sappi che non corrisponde a verità! I siti vetrina esistono, eccome! E non sono inutili, non sono sbagliati, non sono in via di decomposizione… vanno semplicemente fatti BENE e soprattutto devono essere UTILI.

Vero è che non stiamo parlando di un sito di eCommerce oppure ricco di servizi personalizzati, o con una sezione blog o con qualche funzione particolare: si tratta del tuo biglietto da visita sul web, laddove navigano milioni di persone, e laddove se non ci sei, non esisti. Punto.

E tu VUOI esistere, non è vero? 

Quindi evita, cortesemente, di crearti “home made” il tuo sito (cioè fartelo da solo alla meno peggio) o anche di affidarti a soluzioni pericolose di amici di amici che sanno accendere un computer

Evita di spendere due volte il tuo prezioso tempo ed il tuo denaro guadagnato onestamente. Evita di fare tutto ciò che potrebbe danneggiarti e dammi retta ascoltando i miei consigli. 

Io non sono qui a venderti nulla ma a diffondere una cultura del sito web in modo gratuito e disinteressato. Ti scrivo queste cose perché per ogni strumento web gestito in modo improvvisato c’è un professionista meritevole che viene ingaggiato per risolvere la situazione. 

In qualche modo chi ricorre a mezzi e mezzucci low-cost per farsi il sito web mi porta ancora più lavoro, per cui quello che ti sto per dire potrebbe addirittura danneggiarmi

Non ce l’ho con chi pensa di poter affidare a parenti o amici la realizzazione del sito web o dei contenuti da promuovere online perchè, dopotutto, ci sono spese che possono spaventare. Tuttavia quando prendi certe decisioni devi esser pronto alle conseguenze che ne derivano e affidare la tua immagine web a chi non lo fa di mestiere si traduce quasi sempre in un doppio danno economico. Pagare due volte per ottenere un buon risultato, dopotutto, non mi sembra una scelta saggia, né tantomeno economica. 

Io ti voglio dire le cose come stanno una volta per tutte e vorrei davvero che chi come te è in procinto di investire per migliorare la propria reputazione aziendale online sia in grado di fare buone scelte. Voglio che tu possa essere messo in condizione di poter investire il tuo denaro in modo fruttuoso, senza dover rifare tutto da capo due volte. E fidati, lo voglio davvero. 

Cosa deve avere un sito per essere considerato da qualcuno

Il sito web è il biglietto da visita della tua azienda e, per questo, mi pare ovvio che debba rappresentarla al meglio. Non importa se il sito web sia di poche pagine o più elaborato, ciò che conta è possedere gli attributi che ti elenco qui di seguito per poter essere considerato “decente”. 

  • Design strutturato e ben organizzato rivolto ad un traffico soprattutto mobile

Sappi che al tuo sito non servono i ‘fuochi d’artificio’, ma una struttura funzionale che presenti tutte le informazioni necessarie a portata di mano, ben visibili e chiare. Scegli accuratamente il suo aspetto, dall’header (l’intestazione) ai bordi, se utilizzare o meno un pattern di sfondo, o una cornice che ne sottolinei i contenuti. Ma non dimenticare mai che deve essere soprattutto SEMPLICE e UTILE.

Il design che si andrà a creare dovrà dare l’idea del tuo Brand, di che cosa tratta, di che cosa parla… è ovvio che dovrà essere personalizzato negli abbinamenti di colore e nelle forme ma questi non sono cruciali per farlo diventare un mezzo in grado di accrescere il tuo fatturato. 

Un design strutturato e ben organizzato, quindi, deve essere “bello da vedere” ma, ancor prima del gusto estetico devi considerare la fruibilità, la fluidità d’uso e la chiarezza informativa. Per l’utente che non ha mai visto il tuo sito web la navigazione deve scorrere liscia e senza intoppi e deve farlo sentire in un posto familiare, accogliente e pronto a offrire risposte a tutte le sue richieste.

  • I dati di contatto

Banale, ovvio, scontato… i contatti sono un punto saliente e stabiliscono un legame reale tra la tua azienda e i potenziali clienti. Eppure, di tanto in tanto, mi capita di imbattermi in siti, seppur minimali, di aziende, nei quali trovo con estrema difficoltà i dati di contatto.

Email, eventuale telefono, l’indirizzo completo messo in chiaro, un form di contatto, eventuale numero verde, Skype, WhatsApp: diamo all’utente la possibilità di scegliere il suo modo preferito per chiederci informazioni!

A volte in questi siti manca proprio la pagina ‘Contatti‘, a volte le informazioni sono riportate solamente nel footer (in fondo alla pagina) e non evidenti. In questo modo sono autorizzato a pensare che il titolare del sito non abbia tutta questa voglia di esser contattato, vero? L’utente deve poter interagire con chi c’è dietro il sito web e non avere l’impressione di approcciarsi con un gelido muro virtuale. 

Se possiedi almeno questi tre requisiti puoi esser certo di “ESISTERE” per un attimo sul web ma…sei destinato a sparire in men che non si dica se mancano le qualità di cui ti parlerò nelle righe che seguono.

  • Le testimonianze (vere) di chi ti ha conosciuto

“…vabbè, ma tanto lo sappiamo tutti che le recensioni sono tutte false!”

A volte gli imprenditori evitano la parte dedicata alle testimonianze in quanto le percepiscono come auto promozioni e le ritengono inutili, senza peso reale. Questo modo di ragionare è sbagliato dal momento che le recensioni sono una leva potentissima nel marketing e, difatti, alcuni dei più grandi esempi online si fondano sulla rilevanza delle opinioni degli altri. 

Le testimonianze di altri clienti che hanno usufruito di un tuo prodotto o di un tuo servizio sono importantissime. Tutti noi siamo sempre alla ricerca di qualcuno di fidato a cui rivolgerci e al momento di prendere una decisione siamo sempre orientati verso ciò che ci emana sicurezza. Questo non lo dico io ma fior fiori di studi del comportamento umano dinanzi ad una scelta di un prodotto o di un servizio e, quindi, dell’acquisto. 

Le testimonianze di chi ha avuto il piacere di conoscerti sono anche un metro di giudizio per te che puoi imparare ad ascoltare meglio i tuoi clienti e a correggere il tiro tutte le volte che sarà necessario. 

Nulla di più sbagliato! Le recensioni false esistono ma questo non significa che tutte le opinioni e le testimonianze offerte online debbano esserlo. Se sei diffidente e vuoi dare maggior credibilità alle opinioni dei tuoi clienti potrai includere nome, azienda e provenienza. 

Inoltre le opinioni dei tuoi clienti possono diventare un importantissimo canale aggiuntivo di pubblicità se sai come sfruttarle per cui scrollati di dosso questo scetticismo e prova a cambiare punto di vista. 

  • La mission aziendale (Chi siamo)

Al tuo potenziale cliente non interessa quanto tu sia figo, ma vuole sapere cosa hai davvero da offrire!

Nella pagina CHI SIAMO potrai spiegare all’utente tutti i punti di forza della tua impresa e avere l’occasione di fargli capire perchè dovrebbe scegliere te al posto di un altro competitor. La “mission” è un concetto un po’ vecchiotto ma pur sempre attuale dal momento che esprime i valori dell’azienda e i principi su cui si fonda il servizio o il bene offerto. Usare questa pagina per scrivere le solite banalità è una di quelle occasioni perse, mandate in fumo per pigrizia o per mancanza di strategie e riflessioni. 

Non cedere alle solite brutte espressioni come “leader di mercato”, “azienda leader”, “realtà dinamica” ecc… Datti da fare per scrivere anche poche righe ma provenienti dal tuo cuore. Parla di te con i sentimenti che provi quando sei fiero della tua attività e lascia che le persone si innamorino della tua dedizione e della tua professionalità. 

  • Galleria fotografica

“le foto si caricano lentamente e occupano troppo spazio”

Si, le foto servono così come le descrizioni. Le foto sono informazioni aggiuntive che ti presentano con lo sguardo e che possono catturare l’attenzione di chi cerca proprio ciò che offri. Lo stesso vale per i volti della tua azienda che, presto o tardi, dovrebbero essere mostrati a chi interagisce con te per dare una dimensione umana al tuo business senza rinunciare alla professionalità. 

“Quindi, fatto questo, tutti mi cercheranno e mi troveranno?”

NO! Ancora non sei NESSUNO! E sai perché?

Perché se un sito, seppur creato con tutti i crismi del caso, non è stato ben ottimizzato per i motori di ricerca e per la navigazione da mobile, allora nessuno lo vedrà e presenterà dei problemi non appena inizierai ad investire su delle attività di Web Marketing!

A quali attività mi riferisco?

Per parlare di Web Marketing avrei bisogno di molto più spazio perché le attività che ne fanno parte sono tantissime. Volendo sintetizzare al massimo questo grande mondo posso dirti che con sito web e social network puoi lavorare su tutti questi “fronti”:

  1. Email/SMS marketing
  2. Campagne Pubblicitarie
  3. Affiliazioni
  4. eCommerce – Vendita diretta
  5. SEO (Digital PR)

Una delle attività più significative che puoi combinare coinvolgendo ADS e sito web è la creazione di Landing Page, grandi catalizzatori di potenziali clienti. Queste sono pagine ‘di atterraggio’ sulle quali approdano gli utenti a fronte di un click su annunci a pagamento. 

La Landing Page NON è la homepage del tuo sito ma una pagina a parte, creata appositamente per presentare un prodotto o un servizio e invogliare il possibile cliente all’acquisto, mediante slogan motivazionali o immagini d’impatto. 

Gli esempi che potrei farti sono tantissimi per cui mi fermo qui, altrimenti rischio di andare troppo fuori tema rispetto al focus del nostro discorso: avere o non avere il sito web? Semplicemente sono dell’idea che per averne uno devi anche sapere come alimentarlo. 

Se l’auto a benzina venisse alimentata a gasolio, per esempio, questa non partirebbe e il motore si guasterebbe. Lo stesso vale per il sito web vetrina o per l’eCommerce super-strutturato: devi mettere in conto il carburante. Con cosa si alimenta un sito web, anche piccolo e di poche pretese? Con la SEO. 

Ottimizzazione per i motori di ricerca anche per un sito vetrina

La SEO è un insieme di attività molto complesse che hanno lo scopo di posizionare un sito o delle pagine di un sito in prima pagina su Google. Si parla di prima pagina su Google e non di posizione perché Google ormai personalizza i risultati di ricerca in base a tanti fattori (geolocalizzazione, tipologia di ricerca, comportamento e dati dell’utente, ecc.).

Il 70% degli utenti NON controlla mai la seconda pagina (per non parlare della terza, della quarta ecc.) dei risultati. Si ferma alla prima. Perché?

Beh, innanzitutto per pigrizia, poco tempo, poca voglia di cercare… e poi, non cerca già Google per noi? Diamo per scontato che i primi risultati (annunci a pagamento a parte) siano quelli migliori, quelli più attinenti alla nostra ricerca, quelli che il motore considera più affidabili e completi e che di conseguenza ci forniscono la risposta cha cerchiamo.

In questo articolo non voglio dilungarmi troppo sui concetti che girano attorno alle tecniche SEO, ma sappi che solamente un’Agenzia di Web Marketing Specializzata saprà come corredare un sito di tutte le strategie migliori per essere davvero preso in considerazione dai motori di ricerca e, di conseguenza, dagli utenti.

Pensare “come” il cliente

Quando si realizza un sito web in molti si concentrano sull’importanza di apparire belli, professionali e intriganti, dando per scontato che bisogna sempre mostrare il miglior volto della propria attività per procacciare nuovi clienti. 

Oltre a ciò che è bello, informativo e funzionale occorre mettersi nei panni di un utente che naviga sul tuo sito web e chiedersi: 

  • Avrà capito immediatamente di cosa mi occupo?
  • Sarà riuscito a trovare le informazioni che cercava?
  • Come mai se n’è andato così presto? E dove?
  • Perché non mi ha chiamato?
  • Perché alla fine si è affidato al mio competitor?
  • I contenuti sono scritti in modo chiaro?

In pratica quando progetti un sito web devi toglierti di dosso gli abiti dell’imprenditore e devi indossare quelli dei clienti che si rivolgono a te per capire in che modo si relazionano con ciò che offri. Questo passaggio è fondamentale per esistere sul web perché ti permette di prevedere, ovvero di mettere in atto strategie di marketing tempestive e mirate. 

Per pensare come il cliente bisogna dotarsi di strumenti di analisi e monitoraggio, ovvero tool che ti aiutano a capire come vanno le visite sul sito, quali sono le statistiche e in che modo ti sei posizionato.

Analizzare le performance del sito ti aiuterà a capire dove devi migliorare il tiro, ovvero in che modo puoi ottimizzare le prestazioni. Quindi oltre al posizionamento subentrano tante altre questioni da gestire come i social, il modo in cui rispondi ai clienti, la necessità di avviare campagne sponsorizzate e via discorrendo.

 Un sito web vetrina, un eCommerce o un sito corporate, dunque, sono come piante da appartamento: quotidianamente vanno curate, controllate e alimentate per far si che crescano e vivano rigogliose. 

Per sapere come prenderti cura del tuo sito web o per avere dritte nel caso volessi crearne uno, mandami un messaggio. Sarò felice di aiutarti!

Lascia un commento

© 2021 riolab.net - P.IVA 03859450045
RIOLAB S.R.L. - Sede Legale: Via C. Chiapello 1, 12100 Cuneo (CN) N. REA CN-320553 - Cap. Soc. 10.000€ - PEC: riolab@pec.net

Privacy Policy Cookie Policy